In considerazione delle variazioni dei costi relativi ai materiali e alla mano d'opera per la realizzazione di opere e/o lavori per gli investimenti nelle aziende agricole e nelle aziende silvo/pastorali oltre che dell'avvento di nuove tecnologie, l'Assessorato regionale dell'agricoltura e delle foreste della Regione Siciliana conduce periodicamente un'articolata analisi ed indagine per pervenire ad una revisione delle categorie di lavori ed un adeguamento dei prezzi al contesto attuale.

Provvede quindi alla pubblicazione del Prezzario regionale per opere e/o investimenti nelle aziende agricole, dando la possibilità agli imprenditori agricoli ed operatori del settore agro-alimentare e forestale di realizzare le opere e/o lavori ben definite e confacenti alle esigenze del miglioramento dellaziendale, consentendo, altresì, l'introduzione di adeguate tecnologie anche in conformità alle eventuali prescrizioni geologiche, ambientali e costruttive richiesti da parte degli enti ed amministrazioni competenti e per rendere le imprese più efficienti, competitive e rispondenti alle esigenze della produzione nel rispetto dell'igiene della produzione e del benessere degli animali e il rispetto del regime di sicurezza per i lavoratori.

Il Prezzario regionale è generalmente diviso in capitoli e sottocapitoli e contempla le seguenti tipologie di opere ed interventi:
A - opere edili;
B - opere di miglioramento e trasformazione agraria;
C - pozzi trivellati;
D - opere e impianti per l'irrigazione;
E - strutture ed impianti per colture protette;
F - zootecnia;
G - interventi forestali, rimboschimenti e impianti di arboricoltura da legna;
I - difesa del suolo e ingegneria naturalistica.

Prezzario regionale

Pubblicato in Prezzario regionale

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, al fine di far emergere le attività imprenditoriali di successo ed i modelli di impresa replicabili su tutto il territorio nazionale, ha istituito un premio indirizzato alle dieci migliori esperienze imprenditoriali giovanili in agricoltura.

Il MIPAF, nell'ambito delle attività dell'OIGA-Osservatorio per l'Imprenditorialità Giovanile in Agricoltura (di cui il Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati è componente), ha emanato un bando volto a selezionare progetti di ricerca industriale nel settore dell'agricoltura (è esclusa l'acquacoltura) proposti da piccole e medie imprese condotte da giovani imprenditori agricoli, da realizzare attraverso la collaborazione di Istituzioni pubbliche di ricerca e della durata massima di ventiquattro mesi.